Sabato 24 Ottobre, aggiornato alle 10:46

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Casi Covid in crescita, anche Gavoi in semi-lockdown, chiuse le scuole, bar, ristoranti e obbligo mascherine h24

Casi Covid in crescita, anche Gavoi in semi-lockdown, chiuse le scuole, bar, ristoranti e obbligo mascherine h24

Dopo Orune, anche Gavoi  fino al 4 ottobre è in semi lockdown e anche Aidomaggiore, in Provincia di Oristano è in lockdown causa impennata contagi.(LEGGI). Al momento sono dunque 3 i Comuni dell’Isola interessati da misure restrittive necessare per contrastare il diffondersi del virus.

La decisione del Sindaco di Gavoi è arrivata ieri in tarda serata, in seguito a un aumento dei casi di positività nel comune:

L’Amministrazione Comunale per affrontare l’emergenza Covid a Gavoi dispone la interruzione della attività didattica per le scuole, chiusura dei bar, dei ristoranti, delle palestre comunali e obbligo della mascherina h24

“In stretto coordinamento con la Prefettura e con le autorità sanitarie, visto l’aumento esponenziale dei contagi da Covid 19 che nelle ultime ore stanno interessando la cittadinanza, per tutelare la salute pubblica e contrastare la diffusione dell’epidemia, disponiamo l’utilizzo della mascherina anche all’aperto h24, l’interruzione dell’attività didattica per le scuole di ogni ordine e grado, della baby ludoteca, delle palestre comunali, dei bar, circoli, ristoranti, pizzerie (fatte salve le attività di ristorazione da asporto) a far data da lunedì 28 settembre 2020 fino a domenica 4 ottobre.

Non abbiamo preso questa decisione a cuor leggero ma a seguito di costante dialogo e confronto con la prefettura e le istituzioni sanitarie nuoresi a fronte dei dati scientifici preoccupanti. Dispiace profondamente a tutti interrompere l’attività delle scuole appena riaperte e bloccare il lavoro dei bar e ristoranti che tanto hanno sofferto economicamente durante la quarantena dei mesi scorsi ma, dobbiamo provare tutti assieme a porre un freno a questa insidiosa malattia.

Chiediamo a tutta la popolazione responsabilità, collaborazione e rispetto di quanto previsto nell’ordinanza.”queste le parole del primo cittadino

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi