Domenica 29 Novembre, aggiornato alle 13:37

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Suppletive Senato, Lorenzo Corda: “se lasciamo indietro le nostre divisioni spazzeremo via questo modo arrogante di fare politica

Suppletive Senato, Lorenzo Corda: “se lasciamo indietro le nostre divisioni spazzeremo via questo modo arrogante di fare politica

In vista delle suppletive nel collegio uninominale Sardegna per il Senato rimasto vacante si terrà ad Alghero si è tenuto un incontro con il candidato Lorenzo Corda. La sede del PD in Via Mazzini regalava un bel colpo d’occhio, tanta la gente sistemata nel cortile  in osservanza delle norme anti COVID, e tanta la gente che ha ascoltato stando in piedi, con mascherina rigidamente indossata.
Il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Sassari, 59 anni, sostenuto da Movimento 5 stelle, PD, Articolo uno – Leu, Progressisti, Demos e Centro Democratico si è reso disponibile a parlare con i simpatizzanti e attivisti presenti.

Corda ha toccato e temi  caldi presenti nello scenario politico attuale. Poche promesse e la volontà di adoperarsi e spendersi nell’interesse della collettività. “Ho deciso di metterci la faccia “ ha affermato più volte –  perchè è tempo che ognuno si impegni per i suoi ideali, per quello che crede, per arginare l’avanzata del populismo, per spazzare via l’inconsistenza di questa classe politica che governa a livello regionale, una classe politica che in questi giorni, grazie alle sue Ordinanze ha creato danni immani a un comparto, quello turistico che sta prendendo atto, in queste ore di una marea di disdette. Tutto finalizzato alla propaganda – ha affermato -Lorenzo Corda, perchè alla fine a questi importa ben poco della Sardegna e del suo tessuto economico.

Lorenzo Corda ha toccato e temi del sociale, della inclusione, del non odio, della partecipazione, del rispetto dell’ambiente e della terra in cui si vive. Le sue parole, a tratti , sembravano le parole dell’amico accanto, tanto erano scandite con semplicità e di facile comprensione. Lorenzo Corda è un professionista prestato alla politica “un progettista”, che non vuole guardare a quanto succede oggi, ma vuole programmare il futuro ( e lo ha ribadito più volte). Non vuole sentirsi dire “cosa farai per noi”, quanto cosa volete fare voi per la vostra città, invertendo lo schema vecchio e sorpassato del sentirsi promettere, perché lui non promette ma programma nell’interesse della collettività, condividendone il percorso.

Il suo appello finale è di quelli pragmatici: se lasciamo indietro le nostre divisini spazzeremo via “senza dubbiamente” questo modo arrogante di fare politica

ci sarà tanto astensionismo, e allora voi dovete  convincere gli scettici che votare ha un senso, è un dovere civico, perché la nostra democrazia va tutelata, difesa  da noi tutti, e se ci crediamo tutti, possiamo farcela!

Nella sede del PD oltre a Lorenzo Corda c’erano la Deputata Pola Deiana, Mario Perantoni, il Segretario cittadino PD Mario Salis, il Consigliere Mimmo Pirisi, Raimondo Cacciotto, Gabriella Esposito, l’ex Sindaco Mario Bruno, Carlo Sechi.

Il collegio senatoriale del nord Sardegna comprende tutta la provincia di Sassari, della Gallura e 14 Comuni della provincia di Nuoro: Bitti, Galtellì, Irgoli, Loculi, Lodè, Lula, Onanì, Onifai, Orosei, Orune, Osidda, Posada, Siniscola e Torpè

 

https://www.facebook.com/pg/algherolive.it/posts/?ref=page_internal

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi