Lunedì 3 Agosto, aggiornato alle 15:37

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Il Comitato Scogli Piatti chiama in causa l’Assessore Antonello Peru: quattro gradini da rifare e regalare sicurezza a tutti

Il Comitato Scogli Piatti chiama in causa l’Assessore Antonello Peru: quattro gradini da rifare e regalare sicurezza a tutti

Scogli Piatti: per l’Assessore Peru la sicurezza non è una priorità. 

Per chi non lo sapesse, con il termine “Scogli Piatti” si indica quel tratto di litorale roccioso che si estende dall’Hotel Las Tronas sino all’Hotel Calabona sul lungomare Valencia. Una scogliera molto cara agli Algheresi, frequentata da persone di ogni età e, da qualche anno, anche da turisti che hanno imparato ad apprezzare quel meraviglioso spicchio di mare” – comincia così la nota a firma della portavoce  del Comitato Scogli Piatti, Paola Correddu, che prosegue

“I suoi più affezionati frequentatori, di cui faccio parte, non solo mantengono quei luoghi puliti ma ne difendono l’integrità. In passato, dopo essersi costituiti in Comitato Spontaneo e col sostegno dell’opinione pubblica, hanno contrastato le invasive operazioni di sbancamento della parete rocciosa disposte dalla Regione, inutili e dannose sotto il profilo ambientale, e un progetto speculativo che avrebbe potuto avere gravi ripercussioni sulla  libera fruizione del sito.

Non solo, il Comitato ha più volte sollecitato l’Amministrazione Comunale per la messa in sicurezza del percorso che conduce verso la scogliera, ottenendo il rifacimento del camminamento, lo sfalcio delle erbacce, la creazione di 4 gradini a completamento del camminamento, per colmare il dislivello, soluzioni efficaci che hanno consentito a tutti l’accesso senza rischi.

Pensando che l’attenzione mostrata dalla precedenti Amministrazioni si rinnovasse con quella in carica, abbiamo chiesto all’Assessore comunale competente, Antonello Peru, di provvedere al rifacimento dei quattro gradini ormai erosi dal vento e dalle mareggiate, per eliminare una situazione di reale pericolo nella discesa a mare.

Sono state numerose le pec inviate all’Assessore Peru, prima e dopo il confinamento ma, nonostante i solleciti, si è dimostrato totalmente indifferente alla nostra richiesta, non trovando un minuto del suo preziosissimo tempo per offrirci una risposta. E dire che rispondere ai cittadini prima che un dovere è un atto di buona educazione a cui tutti i rappresentanti delle istituzioni andrebbero avviati.

Non sappiamo se vi siano cause ostative o semplice indolenza. Quel che sappiamo è che l’Assessore Peru è chiamato a fare la sua parte, particolarmente quando sollecitato su questioni che possano mettere a rischio la vita delle persone, coniugando la sicurezza dei cittadini che rappresenta con il rispetto delle norme di legge.

Suo compito è quello di trovare soluzioni ai problemi e non certo di crearne di nuovi, accampando scuse e frapponendo mille difficoltà, anche perché chi non sa risolvere piccole questioni difficilmente è in grado di risolvere situazioni complesse. Certo, quando non si agisce di solito non si sbaglia, ma può anche capitare di essere coinvolto in situazioni sgradevoli come esito di tragedie che potevano essere.

Mentre l’Amministrazione cerca di far luce sulla liceità delle movimentazioni di sabbia dalla spiaggia, ci auguriamo che l’Assessore Peru si occupi e si preoccupi di ripristinare quattro semplici gradini per facilitare l’accesso alla scogliera degli Scogli Piatti e favorire quel distanziamento raccomandato con una maggiore distribuzione dei bagnanti su tutto il litorale algherese. .

Dott.ssa Paola Correddu Portavoce del Comitato Scogli Piatti


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi