Lunedì 3 Agosto, aggiornato alle 17:04

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

WWF, lettera aperta al Sindaco Conoci: “la calata degli incivili del fine settimana”

WWF, lettera aperta al Sindaco Conoci: “la calata degli incivili del fine settimana”

Il Wwf ha inviato, in data odierna, un dossier fotografico/Lettera aperta al Sindaco di Alghero Mario Conoci che documenta la materializzazione icastica di ciò che è stato il passaggio degli incivili, nella notte tra sabato e domenica u.s., nel tratto ricompero dalla torre di Sulis al lungomare Dante e Valencia: bottiglie, bicchieri di plastica abbandonate, senza scrupolo alcuno, sulle panchine, sul marciapiede e sui parapetti di trachite nonostante la vicinanza dei cestini dei rifiuti. Si è rilevato anche un cestino rovesciato verso il colle del Trò. Una protervia incivile e arrogante inaccettabili e ingiustificate. Altri rifiuti, compresa un struttura metallica, scaraventati sulla scogliera sottostante il
lungomare.

Inoltre il dossier documenta che, una parte della recinzione posta intorno alla fatiscente struttura dell’ex Caval Mari, è stata divelta e qualcuno, incurante del potenziale pericolo, vi è penetrato all’interno per consumare bevande e abbandonavi i resti delle bottiglie varie dopo aver consumato il contenuto.
“Il lungomare a sud di Alghero, – afferma Carmelo Spada Delegato del Wwf Itala per la Sardegna – dal quale si godono tra i paesaggi più belli con il promontorio di Capo Caccia all’orizzonte, è stato deturpato dalla calata di incivili che lo hanno utilizzato illecitamente nella maniera peggiore che si potesse fare: un comportamento incivile, intollerabile e inaccettabile”.
“Il Wwf, con queste motivazioni – ha continuato il Delegato del Wwf Itala per la Sardegna – attribuisce ai responsabili di questo comportamento incivile un premio Attila in contumacia, e al tempo stesso chiede al Sindaco della città di Alghero di adottare tutte le strategie necessarie affinché non si ripetano più situazioni come quella documentata la mattina del 19 luglio” .
“Il Wwf infine – ha concluso il Delegato dell’associazione del Panda per la Sardegna – manifesta il proprio plauso agli operatori ecologici della società di pulizia urbana che sono intervenuti per rimuovere i rifiuti e restituire decoro, ma il comportamento incivile resta e ci si augura che non si ripeta”.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi