Giovedì 2 Luglio, aggiornato alle 20:06

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Mario Conoci “scivola” su Gabriella Esposito, opposizione furibonda e non arrivano le scuse

Mario Conoci “scivola” su Gabriella Esposito, opposizione furibonda e non arrivano le scuse

L’insidia quando si opera in streaming,è dietro l’angolo. Lo strumento elettronico che serve per tenere insieme i consiglieri Comunali, e le loro sedute, stando comodamente a casa, alla prova dei fatti, può fare danni più di una parola che sfugge in aula, in diretta.

Ed è capitato che il sindaco Mario Conoci, dissentendo sulle dichiarazioni di voto di Gabriella Esposito, consigliera di opposizione, pensando di non avere il microfono acceso ha detto  “le puttanate della consigliera Esposito”. Uno scivolone, una caduta di stile amplificata dal fatto che non si si potuto controbattere, come altre volte abbiamo visto e sentito nell’aula di Via Columbano, pretendendo una correzione immediata e le conseguenti scuse, che, ora, non sono arrivate manco a posteriori.

Il danno è fatto, e la tensione che si respira fra i consiglieri di maggioranza e opposizione, oggi è palpabile, alla luce persino del comunicato che i consiglieri di opposizione hanno recapitato alle redazioni dei giornali. Lo stress da governo si sente, la pressione dell’opposizione è costante e a cadenza regolare, è il gioco delle parti, chi governa è costretto a difendersi attaccando, per l’opposizione “sentire” la difficoltà, è quasi aver centrato l’obiettivo. E la minaccia delle opposizione pare sia clamorosa: senza scuse la diserzione delle prossime Commissioni Consiliari.

Ecco la nota a firma dei consiglieri comunali dei gruppi di Centro Sinistra – Sinistra in Comune, X Alghero, Futuro Comune, e PD sui lavori del consiglio comunale e sulle definite “gravi offese” rivolte alla consigliera Esposito dal Sindaco

“Le parole del Sindaco nella seduta del Consiglio Comunale rivolte alla Consigliera Comunale Gabriella Esposito sono scandalose e inaccettabili per il linguaggio scurrile e, estremamente, offensivo. Per questo dopo aver invano richiesto le scuse pubbliche, che non sono arrivate, ieri abbiamo deciso di abbandonare i lavori consiliari, non più agibili.
Nel merito dell’argomento in discussione, da tempo chiediamo di destinare un milione di avanzo disponibile come contributo alla ripresa per le imprese che sono state costrette alla chiusura forzata.
Dopo che nel precedente consiglio i consiglieri di maggioranza avevano affermato che non si potevano fare scelte, non essendo ancora noto l’importo dell’avanzo disponibile, cosa che poi si era rivelata palesemente falsa, nel consiglio di oggi si è finalmente fatta chiarezza.
La maggioranza è contraria a destinare questi soldi alle imprese, in quanto preferisce tenersi le mani libere. I consiglieri hanno affermato che è ancora presto per prendere questo tipo di decisioni, che c’è tempo per decidere.
In pratica anche loro sono stati contagiati dalla oramai nota strategia Conociana dell’immobilismo. Sembra, veramente, che in maggioranza non ci si renda conto del momento di estrema difficoltà che stanno attraversando le attività algheresi e che ci sia tutto il tempo che si vuole per intervenire, mentre la realtà dice che in questa fase ogni secondo perso può essere decisivo.
In un momento di crisi come quello attuale non ci possiamo proprio permettere una maggioranza completamente scollegata dalla realtà e che risponde con una prova muscolare e non con il confronto politico sui problemi” – chiudono nella nota i consiglieri

Mario Bruno, Pietro Sartore, Gabriella Esposito,   Valdo Di Nolfo, Beniamino Pirisi, Raimondo Cacciotto,  Ornella Piras

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi