Il Centro Sinistra attacca l’Assessore Vaccaro “in quarantena da prima del Covid”

“Il settore commerciale è, insieme al settore turistico, quello maggiormente colpito dagli effetti della crisi epidemiologica che ha prima comportato la chiusura  delle attività e che ora, nella cosidetta fase 2, le vede impegnate in una difficile ripartenza.

L’assessore  allo sviluppo economico svolge dunque, oggi più che mai, un ruolo fondamentale in questa difficile uscita dalla crisi; è importante che abbia competenza, idee, capacità di agire con tempismo e che sappia dare alle attività gli indirizzi giusti per un ripartenza.

Purtroppo nel nostro comune  l’assessorato allo sviluppo economico è in quarantena da quando ancora neppure i cinesi sapevano cosa fosse il Covid-19.

Da quasi un anno, infatti, cioè dalla nascita della giunta Conoci, in molti si domandano se nella città di Alghero esista un assessore allo sviluppo  economico. L’Assessora Vaccaro, che il Sindaco scelse come indicazione della Lega, ma, che non essendo mai esistito nel consiglio comunale un gruppo della Lega, è di fatto assessore di stretta fiducia proprio del Sindaco, non aveva in partenza alcuna competenza di base che giustificasse la scelta per un settore così delicato e anche ora, dopo quasi un anno di apprendistato, il suo apporto per il settore risulta ignoto.

Ristoratori, titolari di bar e titolari di attività commerciali ne lamentano  da tempo l’assenza cronica; a maggior ragione oggi che attendono di capire meglio dall’Amministrazione quali siano gli indirizzi per ripartire, per esempio in termini di suolo pubblico o in termini di aiuti per sopperire ai maggiori costi dovuti al rispetto delle nuove prescrizioni. Gli operatori delle strutture mercatali vorrebbero conoscere se vi siano delle idee dell’assessora per il rilancio dei mercati. Le aziende dell’agro, come si è letto sui giornali anche recentemente, ancora si chiedono perché aver abbandonato un’iniziativa consolidata di promozione del territorio come era Mondo rurale, che è bene ricordarlo non è certo stata annullata causa Covid-19, visto che si sarebbe dovuta tenere in autunno. Gli artigiani del corallo, invece, hanno visto ridurre le risorse per  il progetto Corallum Rubrum ed anche da loro ci giungono svariati mugugni per un’assessora che, purtroppo, si fa notare solo per l’assenza.

In tutta questa vicenda la cosa che potrebbe sorprendere i più disattenti è come mai il sindaco non comprenda che non è più tempo per assessori improvvisati e che per tentare di ripartire ci vuole una svolta che porti competenza in assessorato.  In realtà, però, tutto ciò non è affatto casuale. Il sindaco di Alghero è un fedelissimo della maggioranza sardo-leghista che governa la nostra regione e l’assessora Vaccaro è, dunque, l’assessore a lui politicamente più vicino. A maggior ragione oggi che in terra sarda è tornato quell’Eugenio Zoffili che di Conoci, Pais e Vaccaro è un po’ il mecenate e che, pur senza consiglieri comunali, è il principale azionista della maggioranza algherese.” Pietro Sartore, Mario Bruno, Gabriella Esposito, Ornella Piras, Raimondo Cacciotto, Beniamino Pirisi, Valdo Di Nolfo