“Voci dalla Laguna” un libro e una mostra sulla laguna di Santa Gilla della fotografa Marina Federica Patteri  

 
Situata alle porte di Cagliari, la laguna di Santa Gilla rappresenta una delle aree naturalistiche di maggior fascino del mediterraneo. Marina Federica Patteri, fotografa nata a Dorgali che da anni risiede a Cagliari, dedica a quest’area un progetto fotografico dal titolo “Voci dalla Laguna”, da cui sono tratti un libro, pubblicato dalle Edizioni Kappabit,  e un ciclo di esposizioni che prenderà avvio a Cagliari nel mese di aprile.
“Voci dalla Laguna” consiste in un percorso di immagini che, scatto dopo scatto, raccontano la bellezza e le suggestioni  della Laguna di Santa Gilla; approdi di pescatori, rive melmose, tramonti infuocati, elementi peculiari di un luogo unico costantemente in bilico tra poesia e degrado. Un lavoro della durata di quasi due anni dal quale emergono gli infiniti colori e tonalità della laguna.

Il volume, delle Edizioni Kappabit  con prefazione di Carmen Salis e disponibile da fine di marzo, conterrà le  immagini accompagnate da QR code che, rimandando a contenuti online di approfondimento costantemente aggiornati, renderanno il libro cartaceo uno strumento interattivo e dinamico. L’esposizione, curata dalla graphic designer Viola Orgiano, seguendo un itinerario ideale lungo le rive della Laguna, sarà allestita a Cagliari, Elmas, Capoterra e Giorgino con una prima in “Sa Manifattura” di Cagliari dal 18 al 22 aprile.

“Voci della Laguna”, è realizzato con il patrocinio dei Comuni di Cagliari e di Elmas, e con il contributo del Centro Servizi per il Volontariato Sardegna Solidale. Il progetto è frutto della sinergia tra l’associazione Casa di Prometeo, le Edizioni Kappabit e l’Ente Concerti Città di Iglesias.
marina federica patteri
Marina Federica Patteri, 34 anni, fotografa paesaggista, ha esposto diversi lavori progetti dedicati ai luoghi e alla natura del cagliaritano. Fra questi “Approdi Mediterranei”, omaggio alla Cagliari notturna; “Villaggio Pescatori”, che raccontava il Borgo di Giorgino; “Cagliari, Fantastiche Realtà”, narrazione onirica del capoluogo sardo.
<<La prima volta che ho ammirato la laguna di Santa Gilla ho immediatamente compreso che a quel luogo speciale, così poetico e contraddittorio, avrei dedicato un progetto fotografico. A distanza di alcuni anni da quel giorno il progetto prende finalmente vita e sento che questo non sarà il mio unico lavoro dedicato alla Laguna >> afferma Marina Federica Patteri (  foto).