VIDEO – Santa Barbara, i nostri Pompieri in festa: “un corpo sempre vicino e in sintonia con la gente”

Santa Barbara, i nostri Pompieri in festa, e con loro la città, per  un corpo sempre vicino e in sintonia con la gente, sopratutto nei momenti di pericolo e del  bisogno di aiuto.

Oggi si è festeggiata Santa Barbara, la  protettrice dei pompieri, artificieri e marinai. L’appuntamento era nella Chiesa di  San Giuseppe alla Pietraia, dove tutte le autorità militari e civili  erano  presenti, insieme a una bella rappresentanza di cittadini Algheresi.

Nella sua omelia Monsignor Potito, parroco di San Giueppe ha sottolineato  che “secondo la tradizione, Santa Barbara morì martire nel 306 d.C. dopo essere stata rinchiusa in una torre dal padre che non voleva si consacrasse a Dio. È anche invocata contro saette ed esplosioni. Il motivo? Un fulmine colpì il suo carnefice, il padre Dioscoro, che non accettava la sua conversione al cristianesimo e per questo la uccise –  ha ribadito il prelato

Oggi a contatto con i nostri Pompieri, abbiamo avuto netta la percezione che si tratti di uomini che oltre ad avere doti di coraggio e slancio altruistico fuori dal comune, hanno anche un grande senso civico e di socializzazione. Alla fine del rito religioso in chiesa, il Corpo dei vigili del Fuoco, ha voluto aprire a tutti, i locali della loro caserma, dove ha condiviso un rinfresco. Un momento di convivialità nel corso del quale sono intervenuti sia il Presidente del Consiglio Regionale Michele Pais che il Sindaco di Alghero Mario Conoci, e il Presidente del Consiglio Comunale Lelle Salvatore. Presenti, per tutta la durata della cerimonia ecclesiastica anche il Presidente della V Commissione Christian Mulas e il Consigliere Comunale Mimmo Pirisi.

 E la caserma a tratti e apparsa piccola negli spazi per quanti erano presenti. A fare gli onori di casa il Capo reparto Rosario Pagnotta e il Funzionario Vittorio Spalatra, con il vigile Antonio Baldino, che insieme a tutti gli altri colleghi, come una grande famiglia, hanno accolto  il comandante della Polizia Municipale Carmelo Pais, il luogotenente del Carabinieri Leonardo Baldino, il comandante della Capitaneria di Porto Pier Claudio Moscogiuri, il Comandante della Guardia di Finanza Angelo Marino Catalano,  poi ancora i rappresentati della Polizia penitenziaria, dell’Aeronautica, del Corpo Forestale,  della Polizia di Stato,  poi i volontari del Polisoccorso e della Misericordia.

santa barbara_vvf chiesa.jpg

I Vigili del Fuoco sono nei cuori di tutti gli algheresi, perché sono diventati loro protagonisti di tutti gli interventi di soccorso. Le loro alte competenze spaziano in tutti i campi, dove c’è pericolo ci sono i pompieri, e loro con la loro presenza,  sovente, restituiscono ai cittadini la serenità che gli eventi avversi causano.

E in un giorno di festa per i Vigili del Fuoco, le istituzioni hanno reso loro una testimonianza che restituisce a questo corpo l’alta dignità e riconoscenza, da parte di tutti, ed è il Presidente della Repubblica  Sergio Mattarella che parla a nome di tutti gli italiani:  «In occasione della Festa di Santa Barbara, Patrona del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, indirizzo il mio grato pensiero alle donne e agli uomini che ne fanno parte e ogni giorno, con generosa dedizione, sono impegnati a protezione dell’incolumità delle persone e dell’integrità dei loro beni».Rivolgo un ricordo commosso e riconoscente – sostiene il Capo dello Stato – ai caduti nello svolgimento del servizio, fra i quali i tre Vigili recentemente deceduti nell’Alessandrino, a quelli rimasti feriti nonché alle loro famiglie, cui rinnovo i sentimenti di gratitudine e di partecipe vicinanza dell’intera nazione. Nel corso del 2019, la ricorrenza dell’ottantesimo anniversario dalla Fondazione del Corpo Nazionale ha dato modo di ricordare, in diversi momenti pubblici, il lungo percorso di crescita culturale, organizzativa e tecnologica dei Vigili del Fuoco. In relazione al complesso delle attività svolte in ottant’anni di storia in Italia e anche all’estero, nel maggio scorso è stata concessa la Medaglia d’oro al Merito Civile alla Bandiera del Corpo». L’azione dei Vigili del Fuoco, aggiunge il Capo dello Stato, «costellata da innumerevoli successi operativi ma anche da tante pagine tragiche e dolorose, si è accompagnata nel tempo ad un sentimento di sempre maggiore vicinanza e sintonia con le collettività, che in essi ripongono piena e fiduciosa stima.