L’Amministrazione incontra i cittadini nelle borgate e nei quartieri, ieri SaSegada oggi la Pivarada

L’Amministrazione incontra i cittadini nelle borgate e nei quartieri. Continua il rapporto avviato con i comitati per instaurare un nuovo rapporto di collaborazione e individuare le modalità di intervento sui vari temi di interesse comune. Ieri a Sa Segada in una affollata assemblea il Sindaco Mario Conoci con la giunta al completo, presenti i consiglieri comunali Monica Pulina, Nunzio Camerada, Mimmo Pirisi, ha incontrato i residenti per ascoltare e decidere insieme le soluzioni ai diversi problemi che da tempo creano disagi. Dal più importante provvedimento che si attende nell’agro, il piano di valorizzazione delle aree di bonifica, alla mancata manutenzione del verde, al problema dei beni demaniali, ai trasporti, alla necessità di creare spazi per la socializzazione. Ribadito dal Sindaco il proposito che “Alghero deve crescere tutta insieme senza distinzioni tra centro, quartieri e borgate.

Il nostro intento – ha aggiunto Mario Conoci  – è quello di confrontarci e collaborare costantemente, incentivando e valorizzando l’impegno civico dei comitati di quartiere e di borgata, realtà vive e vitali della comunità”.

Prosegue con celerità l’iter del Piano di Valorizzazione delle Aree di Bonifica, che allo stato attuale si trova nella fase di recepimento delle prescrizioni. Si lavora per portare avanti speditamente il procedimento che garantisce certezze di sviluppo per le imprese agricole. Nel contempo, l’Amministrazione intende salvaguardare parallelamente gli interessi della restante parte di imprenditori penalizzati. “La Giunta – è stato detto – è pronta a supportare le borgate nel superamento delle problematiche e a valorizzare le iniziative messe in atto in questi anni per promuovere l’agroalimentare, le produzioni di qualità”. Intanto si interviene per risolvere i problemi della manutenzione, del decoro, dell’illuminazione pubblica. Oggi si prosegue con l’incontro fissato con i residenti del quartiere Pivarada. Si chiude così la nota dell’Amministrazione