Debiti fuori Bilancio – Angelo Caria ex Assessore alle Finanze chiama in causa l’ex Sindaco Carlo Sechi

Il contendere di questi giorni riguarda la “tegola” che è piovuta sull’Amministrazione comunale di Alghero, che dovrà risarcire, in forza di sentenze passato in giudicato, quasi 400 mila €uro a enti, società e privati. Sono debiti imprevisti e per questo fuori bilancio, che dovranno passare in aula, domani, essere recepiti, e non mancheranno di accendere il fuoco delle polemiche.

Polemiche in verità già in corso, perché si cercano di addebitare le colpe,  chi ha amministrato negli anni scorsi, e sulla graticola, viene posto  l’ex Sindaco Marco Tedde. Che per ora  sceglie di stare in silenzio, ma twitta: le bugie hanno le gambe corte, anzi, cortissime. Le sentenze non si possono manipolare. Non lo possono fare neppure i giornalisti che scrivono sull’organo ufficiale della sx algherese. A meno che non sia partita la rissa a sx con un attacco all’ex sindaco Sechi che stipulò il contratto bocciato dalla Corte d’Appello. A breve novità – chiosa Marco Tedde

Sulla vicenda c’è una ferma pesa di posizione dell’attuale amministrazione, che per domani ha convocato una conferenza stampa, dove l’Assessora alle Finanze Giovanna Caria e il Sindaco Mario Conoci spiegheranno cosa sia successo negli anni che ha determinato, oggi, un esborso di risorse davvero importanti, per le casse comunali.

E irrompe sulla scena Angelo Caria, già Assessore alle Finanze del Comune di Alghero, che spiega, in sintesi da dove arrivino questi debiti, ovvero la strada da questi percorsa. E afferma :

“Con riferimento a quanto si legge sui debiti fuori bilancio che il Consiglio Comunale di Alghero si appresta a riconoscere nelle prossime sedute, mi spiace prendere atto di certe affermazioni riportate da alcuni organi di stampa. Nello specifico mi riferisco alla somma di € 154.937,07 che il Comune di Alghero dovrà restituire alla Provincia di Sassari per effetto della nullità del contratto di locazione stipulato fra Comune e Provincia accertata dalla Corte d’Appello con Sentenza 290/2018. Si farebbe risalire alla Giunta Tedde tale “gestione approssimativa e superficiale con cui furono determinate le entrate comunali”. Dal momento che dal 2002 al 2007 sono stato Assessore alla Finanze del Comune di Alghero sento la necessità di precisare quanto segue senza aggiungere commento alcuno. Il Contratto di affitto di cui è stata accertata la nullità è stato stipulato in data 17.12.1997 dall’Amministrazione di centro sinistra a Sindaco Carlo Sechi. Le somme che ora il Comune di Alghero è tenuto a restituire sono state totalmente incassate dalla stessa Amministrazione Sechi dal 17.12.1997 al 31.12.1998.

E’altrettanto vero – ha continuato Angelo caria – e dovrebbe essere risaltato, che con la medesima sentenza la Corte d’Appello ha ritenuto pienamente legittimo ed efficace il contratto di permuta stipulato in data 31.08.2004 in forza del quale l’Amministrazione Tedde ha ottenuto la proprietà dell’ex Caserma dei Carabinieri e dell’attuale Piazza Pino Piras”.

Insomma c’è tanto materiale per il dibattito politico, e ora si hanno buone ragioni di credere che qualche altro, siccome chiamato in causa, farà sentire le sue ragioni.