Presidente della Regione Solinas: “Popolo sardo vicino ai militari”

“Desidero esprimere, certo di interpretare anche i sentimenti dell’intero popolo sardo, la più profonda solidarietà e amicizia nei confronti dei militari italiani colpiti dal vile attentato in Irak, alle loro famiglie, alle Forze Armate”

CAGLIARI, 10 NOVEMBRE 2019 – “Desidero esprimere, certo di interpretare anche i sentimenti dell’intero popolo sardo, la più profonda solidarietà e amicizia nei confronti dei militari italiani colpiti dal vile attentato in Irak, alle loro famiglie, alle Forze Armate.

L’impegno dei militari italiani, che operano per la pace e la ricostruzione, è per tutti noi un esempio di valore e di dedizione. Il suolo iracheno ha visto in più occasioni impegnati anche militari sardi e in quel teatro è stata presente a più riprese la nostra Brigata Sassari, con il supremo sacrificio di tre suoi figli, il caporal maggiore scelto Alessandro Pibiri, il maresciallo Capo Silvio Olla e il capitano Massimo Ficuciello, questi ultimi due caduti nella strage di Nassirya della quale tra due giorni ricorrerà il 16° anniversario. Il loro sacrificio ci ricorda quotidianamente il valore sacro della pace e della libertà, per il quale i nostri militari sono impegnati ogni giorno in Italia e nel mondo.