“Volta di Catalogna 2020”, partenza da Alghero, un grande sogno che rischia di materializzarsi

Tre  anni fa Antonio Baldino allenatore dell’Audax Algherese C5, decide di vestire la propria squadra con la bella divisa: la maglia catalana. Per questioni di storia e soprattutto di fratellanza con i “germans” che nell’ottobre del 2017 si apprestavano a fare il  referendum sull’indipendenza della Catalogna.

Nel pantaloncino venne riportata la scritta “Volta di Catalogna 2020”, in riferimento al centenario della corsa ciclistica e un sogno:  la possibilità che la prima tappa si potesse  disputare ad Alghero, sponsorizzata da una grande compagnia di navigazione. Un sogno.

E’ di  pochi giorni fa è la notizia che la Grimaldi , ha girato uno spot quasi interamente in città e nel territorio, tra Capo Caccia, Porto Conte, i bastioni, che mostra le bellezze ambientali e storiche di Alghero, e sarà il fulcro della pubblicità televisiva che andrà in onda in Spagna, sulle reti televisive nazionali con un bacino di 35 milioni di telespettatori e in Italia, sulle reti Mediaset e Rai.

Torniamo indietro al 10 Luglio scorso.

Il Sindaco Mario Conoci ha incontrato a Palazzo Civico in Via Columbano, Gerard Martí Figueras, Segretario Generale dello Sport della Generalitat de Catalunya, accompagnato da Luca Bellizzi, il Delegato della Generalitat in Italia, presente anche Gustau Navarro Barba delegato ad Alghero della Generalitat

Sul tavolo, oltre ad altri argomenti,  una ipotesi affascinante che ha come obiettivo la partenza da Alghero della Volta di Catalunya del 2020. La Volta Ciclista di Catalunya,  una delle più importanti classiche Europee, quest’anno con partenza da Calella e arrivo a Barcellona.

La partenza da Alghero potrebbe avere un grande ritorno di immagine per la nostra città. La disponibilità di Gerard Martí Figueras, nel mese di Luglio,  è stata totale, e ha messo sul tavolo della discussione la possibilità che il Sindaco di Alghero potesse attivarsi con l’Assessorato Regionale al Turismo e Sport, se non anche a livello centrale.

Il problema logistico, ma superabilissimo, prevedeva il coinvolgendo direttamente della Grimaldi Lines già attiva sulla rotta Porto Torres – Barcellona. Insomma un cerchio che si chiude, se si pensa che tutti gli attori sono d’accordo, e la Vuelta de Catalunya che parte da Alghero sapete ( solo) da chi dipenderà? Dall’UCI ( Unione Ciclisti Internazionale).

La data infatti,  potrebbe capitare in un giorno che la sola UCI deve accettare.

E vedere cosa combinò Antonio Baldino, quando fece confezionare le magliette di gioco dell’Audax Algherese calcio5, la sua squadra, ci induce a mutuare un aforisma di Leopardi: “il sogno è l’infinita ombra de vero”. E il sogno-intuito di Antonio  rischia di diventare una grande realtà. E vedere i rapporti intercorsi fra l’Amministrazione in carica, il Sindaco Conoci, l’Assessore Di Gangi,  e la Grimaldi lines, la presenza a Calella, lo spot ad Alghero,  il lavoro di “cucitura” di Gustau Navarro Barba, i rapporti con la Regione, sono un unico indizio, che conduce direttamente a una certezza.