L’Unione dei Comuni del Coros: riflettori sul ruolo delle donne madri nel mondo del lavoro, ecco un meeting itinerante

L’Unione dei Comuni del Coros punta i riflettori sul ruolo delle donne madri nel mondo del lavoro e approva, aderendo alla proposta dell’Associazione Janas, un meeting itinerante dal titolo “La discriminazione delle donne madri nel mondo del lavoro come concausa di impoverimento delle famiglie”.  Nelle prime due settimane di novembre Florinas, Ittiri, Olmedo, Ploaghe, Tissi e Uri ospiteranno il meeting che vedrà la partecipazione di consulenti del lavoro ed esperti in ambito giuridico, professionisti in materia di giurisprudenza del lavoro, l’associazione Janas e gli autori del cortometraggio “Mamme fuori mercato” che ha portato a casa l’ambito premio “Best film of woman” di Calcutta. Il progetto è finalizzato a informare e sviluppare il tema della discriminazione delle donne madri nei più svariati ambiti lavorativi ed il conseguente impoverimento delle famiglie. Non solo; si cercherà di analizzare la situazione a livello nazionale per poi osservare da vicino le realtà dei territori. Il meeting servirà a fornire strumenti giuridici pratici contro la discriminazione, stimolare il dialogo e le proposte costruttive del pubblico e offrire spunti di riflessione sul tema delle pari opportunità e parità di genere con un valore aggiunto offerto dal potere comunicativo del “Cinema Sociale”, capace di coinvolgere attivamente il pubblico di ogni età e di creare momenti di discussione su una tema attualissimo e in continua evoluzione.  L’evento prevede infatti la proiezione cinematografica del film “Mamme fuori mercato” scritto e diretto da Pj Gambioli, primo premio al Calcutta International Film Festival. Realizzato nel 2018 dall’Associazione Culturale Janas in collaborazione con la United Women Production,  “Mamme fuori mercato” vuole essere uno strumento di comunicazione con un preciso obbiettivo: sensibilizzare le persone sul tema della discriminazione femminile in ambito lavorativo. Le donne subiscono discriminazione se intendono progettare una gravidanza, subiscono riduzione di salari ,percependo fino al 25% in meno rispetto ad un lavoratore di sesso maschile impegnato a pari titolo, e automaticamente sono fuori mercato se hanno figli minori, specie se a proprio carico. “I comuni dell’unione del Coros-sottolinea il presidente Carlo Sotgiu-  sono da sempre sensibili alle tematiche legate alle disuguaglianze di genere ed ai fenomeni di violenza sulle donne. Per questo motivo quest’anno, oltre al tradizionale appuntamento con “Mai più”,
promosso dal Comune di Tissi, abbiamo deciso di organizzare questo meeting itinerante con l’obiettivo dare ulteriore risalto a queste problematiche nel mese in cui cade la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.”