Elisabetta Boglioli difende il suo operato: “signori che trovano la strada spianata, si ergono a fare i salvatori della patria”

LA DIFFERENZA TRA UN UOMO ED UN ALTRO UOMO,RISIEDE NELLE
LORO TESTE, NEI LORO PENSIERI, E NON NELLE INSEGNE, NELLE
BANDIERE, NELLE DIVISE E NELLE ROTELLE DI PANNO”
CAMILLERI Docet…..

Attacca così lex Consigliera Elisabbetta Boglioli, che prosegue “E forse, nemmeno lui saprebbe riconoscere le rotelle di panno, non saprebbe come definire certe affermazioni di taluni personaggi che oggi si ritrovano al governo della Città e si reputano all’altezza, non fisica, di esprimere giudizi sull’operato di chi li ha preceduti e che nulla hanno a che fare con il ruolo che ricoprono, anzi lo svilisce.
“Lavorerò per uscire dal pantano”
“Rimetterò al centro l’ambiente”
“Pronto a ridare decoro alla città”
“Metterò tutto l’impegno per far risorgere la città”
“Fulmini contro il sindaco Bruno”?
Come si fa a fare certe affermazioni a cuor leggero, quando si sa che non corrispondono a verità!
Viene da chiedersi: dove ha vissuto questa gente negli ultimi 5 anni? Sappiamo che fa comodo far finta di dimenticare in che condizioni ,nel 2014, l’amministrazione Bruno ha trovato la Città.
A cominciare dal danno creato dal mega Depuratore che avrebbe dovuto risolvere i
problemi invece ha ridotto la Città a respirare miasmi: La marea gialla che allora si, ha messo in crisi gli stessi balneari che oggi lamentano la presenza delle alghe,
I vasconi di polmonazione destinati alla raccolta delle acque piovane ,che invece
raccoglievano altro, perche il progetto non funzionava, con i lavori che hanno tenuto in
ostaggio la Città per 3 anni;
Il campo Rom, dimenticato nel più totale degrado: la gestione della raccolta rifiuti al collasso: i caseggiati scolastici in stato di abbandono:
La macchina amministrativa da adeguare alle esigenze di una città in crescita.
Per non parlare dello stato finanziario delle casse comunali.
Ora, questi signori,si troveranno la strada spianata, perche molti problemi hanno trovato
soluzione con l’amministrazione Bruno, e dinanzi alla opinione pubblica si ergono a fare i salvatori della patria.Buon lavoro.
Alghero non è una città terremotata, per fortuna e sarebbe stato opportuno, almeno il
rispetto per il dolore e le disgrazie altrui. che non possono essere utilizzati a scopi politici.  Questione di stile. O di cattivo gusto” – chiude la Nota di Elisabetta Boglioli ex Consigliere Comunale
Elisabetta Boglioli