VIDEO – La festa dels Focs de Sant Joan, amici per sempre con il salto del fuoco propiziatorio

Da tempo immemorabile, nel giorno in cui il sole sembra fermarsi, gli Algheresi – e non solo – diventano compari. Nella spiaggia di San Giovanni, alla luce dei fuochi, stretti per le mani, i compari pongono il sigillo ad un’amicizia destinata a durare per sempre, promettendosi fedeltà per tutta la vita. Si tratta di un’esperienza autentica, suggestiva, ancestrale.

La notte di San Giovanni è stata considerata da sempre una notte magica. Il sole e la luna si sposano e inondano il creato di doni benefici.
I fuochi dei falò e il fresco della rugiada sono la rappresentazione della loro unione nelle tradizioni universali.
Nel corso del tempo le tradizioni antiche e pagane, si sono incrociate con le novità di Cristo ed alcuni segni di esse sono entrate a far parte della liturgia cristiana dando origine a devozioni e riti in uso ancora oggi e rintracciabili soprattutto nelle aree rurali.
Forse in nessun’altra manifestazione di epoca cristiana, si possono ritrovare così tanti richiami ai riti più antichi dei popoli.

E anche quest’anno Alghero ha celebrato i Focs de Sant Joan con uno spettacolo molto suggestivo, location e vista invidiabile che hanno fatto da cornice allo spettacolo a cura di Spazio-T, per la regia di Chiara Murru, con il prezioso contributo di Marco Velli.

Dopo il rito della purificazione, i futuri compari e comari, tenendosi tutti per mano, raggiungono la riva del mare e vi immergono i piedi. Poi si procede con l’accensione del grande falò, a cui ieri ha preso parte il Sindaco Mario Conoci (LEGGI)
Il rito si è concluso con il famoso salto del fuoco. Le coppie di amici vestite di bianco compiono per tre volte il salto del fuoco propiziatorio a sugello della propria amicizia.

Come ogni anno, tante le persone che hanno assistito allo spettacolo nel lido di San Giovanni. I Focs de Sant Joan, una tradizione che non tramonta mai e che affascina sempre.