Dopo 6 anni Marcello Manca non resiste al richiamo del ring: obiettivo il professionismo

Che fosse un talento lo si sapeva già, tant’è che di lui in passato se n’è già parlato e scritto. Oggi si ritorna a menzionarlo, non come giovane talento, ma come matura promessa del pugilato algherese.
Dopo un’assenza di circa 6 anni il pugile Marcello Manca non ha resistito al richiamo del Ring. L’occasione per rimettersi in gioco è stata la 2^ Serie del Campionato Regionale Elite2 organizzata dalla “G. Battista Martellini” il 13.04.2019 a Porto Torres. L’atleta del Gruppo Pugilistico Algherese Tore Burruni ha incrociato i guantoni nella categoria pesi leggeri contro una giovane promessa pugliese. L’incontro, proposto a contorno della manifestazione, con regole Elite (senza l’uso del caschetto), apre al campione catalano la strada per il passaggio al professionismo così come da lui stesso auspicato che a caldo ha così commentato: “La strada per la vittoria è una sola ed è quella del duro allentamento e del sacrificio e spesso passa anche attraverso la sconfitta perché non c’è successo senza fallimento. Quest’oggi mi sono rimesso in gioco e l’ho fatto contro un validissimo, giovanissimo e talentuoso avversario a cui rendo l’onore delle armi. Alla prima esperienza da Elite, senza caschetto per intenderci, ho raccolto il frutto di mesi di dura preparazione ma anche di anni di esperienza. Ho vinto ai punti ma la cosa che mi rende felice è la risposta del mio fisico al termine del match che ben mi fa sperare per il futuro. L’incontro di oggi mi apre le porte per tentare la carriere da professionista dove spero di approcciare quanto prima per dare il mio contributo alla già lunga storia pugilistica della mia splendida Città”.

andrea manca.jpg

nelle foto Marcello Manca