Daniela Canu e Guido Beltrami volano ancora a Roma per l’allestimento Pasquale nella Basilica di San Pietro

Daniela Canu e Guido Beltrami “rifanno coppia” per l’allestimento in Vaticano in occasione della Santa Pasqua. I due professionisti, reduci dal grande impegno dell’allestimento della Basilica per il Santo Natale, si preparano ora a ritornare nei giardini vaticani per lavorare a quello della Veglia Pasquale, prevista il Sabato Santo.  Daniela Canu, flower designer con oltre 25 anni di esperienza anche internazionale, realizzò il suo primo allestimento nel 2013, in occasione della Pasqua che seguì la proclamazione di Papa Bergoglio. La flower designer ha anche avuto l’occasione di occuparsi dell’allestimento di Piazza San Pietro, nel 2016 per la Domenica della Palme.  Poi due anni fa, l’incarico di ideare e realizzare l’allestimento per l’interno della Basilica, in occasione appunto del Sabato Santo e della Veglia Pasquale e l’invito esteso al collega e amico Guido Beltrami, art designer e wedding planner di provata esperienza, conosciuto e richiesto, non solo nella sua amata Alghero. E così sarà anche quest’anno quando, insieme a Guido Beltrami e ai colleghi della fioreria vaticana, lavoreranno per allestire l’altare della Basilica di San Pietro con tante orchidee, donate dalla Slovenia. Saranno tre giornate di lavoro intenso che sfocerà poi in quella che sarà la visione dell’Altare della Basilica, il sabato, dove bellezza e austerità creano un binomio perfetto. I due professionisti algheresi, così come a Dicembre, potranno contare ancora sul sostegno di una delle aziende di maggior pregio del nostro territorio, ovvero l’Accademia Olearia della Famiglia Fois che, anche in questo frangente, ha deciso di puntare sull’eccellenza.

“Natale e Pasqua in Vaticano sono momenti che elevano la mia professione. E’ un onore e un piacere poter dar vita, insieme ad altri fioristi, a questi addobbi speciali. Sia per il luogo che per il significato che assumono. Ovviamente felice di poter ancora condividere tutto questo con il mio collega Guido Beltrami”.

“Per me è sempre speciale ritornare in Vaticano. Il lavoro intenso, braccio a braccio con tanti altri bravissimi professionisti, non può che rendermi orgoglioso e sicuramente più ricco professionalmente. Sono passati due anni dalla mia prima esperienza a Roma, grazie all’invito di Daniela e continuo a condividere con lei felicemente le esperienze di Natale e Pasqua”.