VIDEO – All’Escola de Algueres Tony Torre ha parlato del fascino delle migrazioni

L’altro ieri nei locali della Escola de Alguerés in via Maiorca, 45 ad Alghero,è stata presentata una conferenza del biologo Toni Torre sulla Migrazione degli uccelli. La conferenza è stata coordinata da Carmelo Spada delegato del Wwf Italia per la Sardegna. Presente in sala l’ex Sindaco di Alghero Carlo Sechi, e l’ex Presidente del Parco di Porto Conte Antonio Farris.
La migrazione degli uccelli è uno degli spettacoli più affascinanti ed emozionanti per chi ama la natura, e la trattazione del tema, da parte di uno specialista e un cultore di primo livello come Tony Torre ha evidenziato tuto il fascino per un fenomeno che appassiona, da sempre

Le stagioni del fenomeno sono due, primavera e autunno, anche se il movimento migratorio degli uccelli è continuo 365 giorni l’anno, ed è stato detto  “La migrazione rappresenta un’avventura lunga migliaia di chilometri percorsi ogni giorno, dal Nord Europa all’Africa meridionale, passando attraverso l’Italia. Infatti gli uccelli migratori si spostano principalmente per nidificare e cercare cibo sufficiente e più adatto per allevare i propri piccoli. La migrazione è cruciale nella vita di migliaia di specie di uccelli, è necessaria per la loro stessa sopravvivenza. Gli uccelli hanno sviluppato diversi schemi di migrazione in diversi periodi dell’anno, seguendo rotte diverse per garantire a se stessi e ai propri giovani maggiori possibilità di sopravvivenza”.

E nel focus del problema, è stato detto persino con molta razionalità ed evidenza scientifica, che tutte le specie si muovono, migrano, soprattutto alla ricerca di cibo, in una parola di vita migliore, per cercare di inquadrare anche il fenomeno che in questo momento storico vede imponenti fenomeni migratori interessare anche gli uomini.

La conferenza di Tony Torre, brillante, esposta con il dovuto linguaggio tecnico- scientifico ma assolutamente comprensibile, è confezionata perché si possa esportare in contesti scolastici, dove gli alunni possano interagire con l’espositore che ha le competenze, per dare agli alunni le nozioni di conoscenza che possano essere la base di un approfondimento della materia.