Il Contratto di laguna del Calich votato all’unanimità dal Consiglio Comunale

Il Contratto di Laguna del Calich è sto approvato oggi in Consiglio comunale. Maggioranza e opposizione si sono trovate concordi nel licenziare un atto che assume un grande valore.

Un grande lavoro preparatorio, grazie la lavoro dei dirigenti Comunali, al termine dello sviluppo di un processo di ascolto e di condivisione finalizzato all’adozione di un documento , ovvero il Protocollo di intesa, un “documento di intenti” contenente le motivazioni e gli obiettivi generali di cui all’art. 4 della Direttiva 2000/60/CE e seguenti, le criticità specifiche del Contratto di Laguna e la metodologia di lavoro condivisa tra gli attori che prenderanno parte al processo. Alghero fa da apripista in questo settore e si propone alla guida di un processo che vede la partecipazione dei Comuni di Olmedo, Ittiri, Putifigari, Uri e Villanova Monteleone.

La Laguna del Calich, con una superficie dello specchio acqueo di 88 ha, è il corpo idrico recettore di un ampio bacino idrografico, esteso per circa 362 km2 , che raccoglie le acque superficiali di buona parte della Nurra e che include il bacino idrografico del Cuga a est e confina con quello di Baratz a ovest, costituendo nel complesso un’area di 440 km2, nei comuni di Alghero, Olmedo, Sassari, Uri, Ittiri, Putifigari e Villanova Monteleone per una popolazione residente complessiva prossima a 185.000 abitanti.

La Laguna del Calich presenta evidenti criticità: ipertrofia delle acque, proliferazioni algali e crisi anossiche (determinate dalla presenza di attività residenziali, turistiche e agrozootecniche), aumento delle acque dolci nella Laguna durante i periodi non irrigui, mancato ricambio idrico delle acque della Laguna, aumento dei consumi di acqua potabile e dei reflui urbani riversati nella laguna.

Ora si sono gettate le basi per dare a tutta l’area le attenzioni che meritano, cercando di mitigare con interventi appropriati tutte le criticità che sono evidenti.

Il Consiglio Comunale che vota all’unanimità, è il segno che nessuno si è sognato di ostacolare un grande progetto, che ora necessita di essere governato.

Tutti in aula hanno pubblicamente ringraziato il lavoro attento e meticoloso della Dirigente Drssa Faedda. Per una volta il lavoro andato a buon fine viene riconosciuto .

Di seguito l’Intervento di Roberto Barbieri   neo consigliere comunale.

Nella foto di copertina Marina Millanta