Un parco-giardino alla Pivarada, ecco un progetto da prendere come esempio

Questa sera è stato presentato il progetto del parco-giardino dedicato a Don Gavino Poddighe. Erano presenti in sala, il Sindaco Mario Bruno, l’Assessora Gabriella Esposito, l’assessore Mario Nonne. Un progetto voluto dal Comitato di Quartiere Pivarada col suo presidente Antonio Gianorso e dall’assessore Gabriella Esposito, curato dall’architetto Giuliano Cosseddu, previsto nell’ambito del progetto Lavoras e cofinanziato da risorse del bilancio comunale. 

Un parco che è un’area verde, con piante, giochi per bambini, area attrezzata voluta dal quartiere, uno spazio che funge da luogo di aggregazione per l’intero quartiere e non solo. Un progetto di pianificazione partecipata, e questo che vi mostriamo è il risultato di un progetto scaturito dagli incontri tra i tecnici e gli abitanti del quartiere.

parco_pivarada1.jpg

parco_pivarada2

Nello scorso mese di dicembre è iniziata l’operazione di pulizia dell’area in modo da prepararla per la fase di realizzazione e nei giorni scorsi è stata liberata da vecchi pali di illuminazione. Il parco, sarà dedicato a  Don Gavino Poddighe scomparso 11 anni fa, persona che nella missione del suo ministero ha lasciato ampia traccia e ricordo tra gli abitanti del quartiere.

“Come Comitato del Quartiere Pivarada ci sentiamo gratificati da questo risultato e ci auguriamo che questo spazio di verde, per il cui ottenimento ci siamo impegnati e battuti, una volta realizzato sia fruito, curato e rispettato da tutti”. – afferma il Presidente e i componenti il Consiglio Direttivo del Comitato del Quartiere Pivarada

Un progetto di riqualificazione di uno spazio che  oggi possiamo definire periferico, che attraverso il progetto curato dall’arch.Cosseddu, diventa un’area da prendere come esempio e da replicare in tutti i quartieri della città interessati da carenze di spazi verdi attrezzati e fruibili. E’ con queste piccole azioni che si migliora la qualità della vita e si sviluppa una identità  e un senso di appartenenza verso il quartiere nel quale si vive.