Mario Bruno sulle Tv nazionali: focus sul caso Alghero e le vittime di femminicidio

Mario Bruno, Sindaco di Alghero, in questi giorni è alla ribalta delle Televisioni pubbliche per parlare del “caso Alghero”. La tristissima pagina nera che ha visto in città una donna, Michela, uccisa per mano del suo marito.

La trasmissione di Massimo Gramellini su Rai 3 lo ha intervistato sabato, per capire come la città abbia messo in piedi una catena di solidarietà per dare ai due bambini rimasti orfani, un futuro certo, con un fondo dedicato frutto delle donazioni di cittadini e istituti della nostra realtà economica. Alghero, che si è fatta carico di promuovere una sottoscrizione pubblica, una amministrazione che ha istituito un fondo e con atto formale, una delibera, ha destinato persino risorse. Un caso salito prepotentemente alla ribalta della cronaca.

Stamattina, ancora, Mario Bruno era in Televisione, poco prima delle 7, intervistato da Franco di Mare e Benedetta Rinaldi nel corso della trasmissione “Uno mattina”. Ancora per parlare del “caso Alghero”, del suo rapporto con i due bambini adottati dalla nonna, di cosa in sostanza si stia facendo per queste due giovani creature, che di colpo hanno avuto la vita sconvolta nel suo divenire.

E il tutto è stato l’occasione per mettere il “focus” sulla Legge per gli orfani di femminicidio. E al telefono è stato chiamato l’avvocato Marco Meliti che ha parlato delle tutele destinate a queste vittime (vedi filmato). A decorrere dal 2017 il Fondo per le vittime di mafia, usura e reati intenzionali violenti viene esteso anche agli orfani di crimini domestici con una apposita dotazione aggiuntiva. “Ma non è sufficiente” –  ha affermato Mario Bruno, sollevando un problema che ad Alghero è molto sentito, ma a ben vedere riguarda l’intera nazione, e proprio la presenza del Sindaco sulle trasmissioni delle reti Rai- ha reso tremendamente attuali.