Marco di Gangi : “il ricorso alle primarie per scegliere il candidato a sindaco non piace a molti”

Il Comunicato di EpI, che annuncia che Marco Di Gangi non sarà candidato alle prossime elezioni Regionali, è stato suddiviso un due parti. Questa che vi proponiamo di seguito è la parte seconda che contiene elementi nuovi dal punto di vista politico, sopratutto in chiave futura per Alghero,  sul ruolo che Epi potrebbe giocare nella nostra città. Con Marco di Gangi appunto.

“Intendiamo  partecipare alle elezioni comunali di Alghero con una nostra lista – si legge nella nota – per concretizzare il percorso che in questi anni ci ha visti svolgere un ruolo attivo nella elaborazione di una   proposta politica tesa a rilanciare il ruolo di Alghero e sostenere la sua crescita economica, l’occupazione e il benessere della sua comunità . Intendiamo farlo coerentemente con il  nostro impegno politico e intendiamo farlo concorrendo  a consolidare l’intera coalizione, possibilmente estendendone i confini a quei movimenti e a quelle liste civiche che ne condividessero il progetto.  Intendiamo lavorare insieme  alla coalizione per affinare  i contenuti della proposta da sottoporre agli algheresi,  certamente alternativa a quella dell’attuale maggioranza, ma soprattutto, per caratterizzarla come un progetto non contro qualcuno, ma PER Alghero e a vantaggio  della sua comunità . Un ultimo passaggio di Di Gangi riguarda le modalità di scelta del candidato a sindaco della coalizione “ Sono consapevole che il ricorso alle primarie per scegliere il candidato a sindaco non piaccia a molti, noi crediamo invece che possa essere, in presenza di una pluralità di candidati, il miglior modo per definire una scelta che altrimenti potrebbe essere divisiva.

Soprattutto questa ultima affermazione potrebbe avere il significato di una riaperura dei giochi in vista delle possibili candidture a Sindaco da parte del centro destra sardista algherese.

Marco di Gangi, non è un mistero, dalla prima ora è un sostenitore delle primarie che indichino il candidato a Sindaco di Alghero. Oggi le ripropone, non senza aver affermato che, Di Gangi sino a ieri, aveva sposato un silenzio che aveva lasciato molti a interrogarsi. Oggi, il silenzio si rompe riparte con forza la sua richiesta politica, di “pesatura” di una candidatura, quasi che in campo, ci siano stati “rimescolamenti” proprio in queste ultime ore. E  pare certo che il peso di Di Gangi e della sua proposta, ora passerà al vaglio dei consensi che ad Alghero, alle prossime elezioni regionali, si riceveranno. E in mente viene l’adesione tecnica di Marco Tedde ( FI) ad EpI, nei giorni scorsi . Che sia solo un caso?