E già aria di derby nel calcio5, parla Antonio Baldino

Ad Alghero si respira aria di derby. Una reminescenza portava stracittadine storiche fra Alghero e Libertas, poi fra Alghero e Fertilia, e ancora fra la Palma e Maristella. Tutto calcio andato, finito, scomparso. Ora Alghero é diventata la capitale del calcio a 5, e due squadre L’AUDAX Algherese e la new entry Futsal Alghero si giocano la leadership. Due belle squadre che sabato al Palacorbia sono decise ad affrontarsi e dare spettacolo al pubblico numeroso che assisterà al match. L’unico augurio è che la contesa rimanga “sana” per il tempo dell’incontro e alla fine vinca il migliore (e fortunato).
Ora riflettori sull’allenatore dell’Audax Algherese, Antonio Baldino. Una persona che ama questo sport che si sta spendendo tanto, perché la sua alla fine è una missione, per il valore che consegna allo sport.

Mister pronti per la stracittadina di sabato?
Si, arriviamo con qualche acciacco in più – attacca Baldino – ma certe partite per chi le ha vissute sul campo, danno quella marcia giusta.

Chi vincerà?
I derby ce lo insegnano altri sport, sono partite particolari, sempre con tre risultati a disposizione, che sovente vengono decisi da episodi o giocate dagli atleti più rappresentativi.
Purtroppo molti spettatori non potranno vedere lo spettacolo…
Vero – prosegue mister Baldino – purtroppo esiste una problematica di impianti sportivi idonei..
Purtroppo molte strutture non sono idonee ad ospitare eventi con un certo numero di persone. Non siamo matti a chiedere ora un palasport solo per il calcio A5, ma ad Alghero esiste il PalaManchia con una capienza di oltre 500 posti a sedere.

Chiediamo che per partite come il nostro derby o per manifestazioni di qualsiasi altro sport che CALAMITANO TANTA gente, il Palasport cittadino possa esser fruibile a tutti, con i giusti accorgimenti.”- conclude il tecnico dell’Audax Algherese, che da appuntamento a sabato.

In effetti il neo di questo derby è proprio la struttura, insufficiente ad accogliere i “contagiati” del calcio a 5, perché inutile negarlo si tratta proprio di “influenza”, o se si preferisce dallo spettacolo garantito.