Il decreto fiscale è legge: salvi i finanziamenti per il completamento della quattro corsie Sassari – Alghero

Dopo il voto di fiducia incassato in mattinata dal Governo, con 310 voti favorevoli e 228 voti contrari, la Camera dei Deputati in serata ha approvato il decreto fiscale.

Tra gli articoli dello stesso decreto, già approvato in prima lettura dal Senato, è compreso quello scaturito dall’emendamento, promosso dai parlamentari sardi del Movimento 5 stelle e in particolare dalla deputata algherese Paola Deiana, riguardante la proroga dei finanziamenti relativi alla Strada Statale 291 Alghero – Sassari.

L’emendamento contente la proposta di trasferire i fondi già stanziati nell’esercizio finanziario del 2019 era dovuta all’impossibilità di pubblicare entro il 31 dicembre il bando di gara per il lavoro di completamento della 4 corsie Alghero – Sassari e dunque a spendere i soldi già stanziati che altrimenti sarebbero andati persi definitivamente.

Le complicazioni che hanno portato al blocco del completamento dell’Alghero- Sassari e della bretella per l’aeroporto risalgono al 2016 a seguito dei pareri negativi rilasciati dal Ministero per i beni e le attività culturali (MIBAC) e dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) sul progetto definitivo predisposto, ritenuto incompatibile con le previsioni del Piano paesaggistico regionale. Sullo stesso progetto definitivo il 22 marzo 2018, il Consiglio Superiore Lavori Pubblici (CSLLPP) ha espresso parere positivo, con determinate prescrizioni. Successivamente, per effetto di detto intervento, il MATTM, a seguito dell’avvio di procedura di valutazione dell’impatto ambientale, ha richiesto alcune integrazioni al progetto, assegnando 30 giorni per la produzione degli elaborati tecnici. Al momento questo termine è stato sospeso nell’attesa dello sviluppo delle soluzioni concordate con la commissione del MATTM.

Considerato che, oltre ai pareri del Ministero per i beni e le attività culturali e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è necessario anche l’approvazione da parte del CIPE, i tempi necessari per la pubblicazione del bando di gara slittano al 2019. Per questa ragione l’onorevole Deiana ha presentato l’emendamento di proroga al fine di evitare la revoca dei contributi.

Sul tema la deputata algherese Paola Deiana segue costantemente l’evolversi della vicenda. “Anas, Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Commissione via e Mibac stanno lavorando per trovare una soluzione concreta che concili necessita del territorio e vincoli paesaggistici”.

“Naturalmente, a margine di quello che si sta facendo seriamente per risolvere positivamente la conclusione dei lavori della 291, non mancano speculazioni politiche, è nota l’iniziativa del sindaco di Alghero che si è reso protagonista di una teatrale occupazione con tanto di container e di un referendum inutile e ingannevole che ha lo scopo solo di fare spendere soldi pubblici”.