VIDEO- L’intervistato fa l’intervistatore, Pino Lignuso domina la scena Fausto Farinelli pure

L’occasione è stata la presentazione di “Mes que un Mes”al Quarter di Alghero, e finita la conferenza stampa, il rituale del caffè, dopo,  non poteva mancare. Ci siamo imbattuti in  Fausto Farinelli, una vecchia conoscenza, persa di vista e rincontrata. Con lui Pino Lignuso, e Paolone Calaresu, due grandi personaggi. Con Paolo Calaresu, si sono ricordati momenti di vita vissuta, quando i giornali si stampavano alla Tipografia “La Celere”, e si faceva l’alba per mandare in stampa, rotativa, il GIORNALE, quell’Alghero Cronache che mai si potrà dimenticare. Paolo è il padre di tanti videomaker che in città imperversano

Fausto Farinelli, nella veste di “Editore” è una persona a metà strada fra il sognatore e il pragmatico. Un vulcano. Conosce benissimo le dinamiche politico – sociali che lo circondano, il suo pallino è fare informazione di un certo tipo, scomoda, non ossequiosa, di qualità senza legacci, senza padroni. E’ indubbiamente un personaggio, che può anche non piacere, ma è così, prendere o lasciare senza mezzi termini. In pentola ha tanti progetti. Talmente tanti che una giornata dovrebbe essere di almeno 30 ore, perché le sue idee possano prendere forma e corpo. È uno dei pochi ad Alghero che usa ancora  il termine “comunista” verso chi di destra non è o non lo è stato.

Pino Lignuso lo abbiamo incrociato per caso, in compagnia di Fausto Farinelli, seduti al Ristofever, una stretta di mano, un aperitivo condiviso, poi l’ascolto, per comprendere con chi avessimo a che fare. Conoscevamo il personaggio, presente sui social, sulle TV Nazionali,  Locali, soprattutto CatalanTv, ma di persona abbiamo avuto l’impressione di aver a che fare con un uno ( di quelli) che  insegue un lavoro che alla fine si adora: fare reportage giornalistico. Reportage, che a volte è impegnativo, leggi l’inchiesta sui migranti sardi in Australia, per capire cosa muova una persona a lasciare terra, affetti, radici per andare lontanissimo,  “l’intruso Lignuso” a volte è puro passatempo leggero, intrattenimento. Sue sono decine di interviste con personaggi di alto profilo, Fiorello su tutti, poi sportivi, tanti, ma anche persone delle strada con le quali riesce a tessere ragionamenti che strappano un sorriso. E’ un Freelence, uno di quelli che si autoproduce e rivende il prodotto. I suoi rapporti con la Rai sono noti, poi ancora Sky, poi tante tv private, altre che operano sul web. Una autentica macchina creativa. Uno di quelli che se un giorno vedremmo in Tv ad altissimi livelli non ci dovrà meravigliare, perché Pino Lignuso è un Siciliano tosto, uno di quelli che crede nel lavoro che fa, uno di quelli che sta inseguendo un treno in corsa, e chissà se riuscirà a salirci a bordo, tutta colpa della… velocità!

VIDEO – Pino Lignuso doveva essere il nostro intervistato, per il tramite di Fausto Farinelli, ma il reporter non riesce a trattenersi, viene fuori la sua vera anima, da protagonista, come par suo.