L’Amatori rugby chiama la città a spingerla, domenica ad Alghero arriva il Benevento

Dove eravamo rimasti? Al 13 Maggio, si giocava Amatori Rugby Alghero – Cavalieri Biella, andò come tutti sappiamo, con una grande delusione, colmata dopo, da  una grande soddisfazione per  ripescaggio in seri A. Domenica scorsa l’inizio dell’avventura dell’Alghero targata Paoletti-Bortolussi, con il botto per la vittoria brillante sul campo del Perugia, posdomani ad Alghero arriva IVPC Rugby Benevento , e la partita è molto attesa, per almeno due fattori. Il primo di ordine meramente tecnico: si devono cercare conferme, e verificare la tenuta del gruppo, senza Bortolussi infortunato ( per lui robusto trauma di gioco con interessamento della gabbia toracica e stop per tre settimane), e vedere come si stanno metabolizzando le cure del nuovo alenatore, Paoletti ama un rugby dinamico, imprevedibile, il gruppo lo segue e lavora sodo,

Il secondo riguarda la risposta attesa della città. Il rugby e Alghero cercano una intesa possibile, e soprattutto si attende che il pubblico spinga la squadra a mantenere alti i suoi standard di prestazioni.  “Un bel pubblico presente e partecipe, è l’uomo in più che tutti desiderano- ha affermato Tino Paoletti –

Il pubblico algherese, che da sempre si nutre di sport, è tempo che stia vicino alla squadra che più lo rappresenta a livello Nazionale.  Gli sforzi che un gruppo di dirigenti da tempo dedicano alla società, devono essere riconosciuti pubblicamente, e se è vero che tante piccole realtà economiche del territorio hanno dato il loro contributo alla causa, il tassello che serve ora è solo e unicamente il pubblico. Gli spalti del campo di rugby di Maria Pia, segnano un trend positivo chiuso con il botto di fine stagione scorsa, ed è proprio da lì che si deve ricominciare.

A Maria Pia si attendono coloro che non si vogliono rassegnare allo “spettacolo televisivo” domenicale, che sta facendo più danni di quanto si possa immaginare, che sta uccidendo le realtà sportive soprattutto minori, a vantaggio di uno spettacolo asettico che convoglia risorse in direzioni uniche. A Maria Pia, assistere a una partita di Rugby, la domenica,  sarà sinonimo di spettacolo garantito, di tifo, di partecipazione, perché i nostri giocatori sono distanti solo una decina di metri da noi, e vedere la tecnica, la corsa, la forza e la fatica  in una unica azione, ripagherà sicuramente molto di più del costo di un biglietto. Possiamo garantire che il rugby conquista, appassiona in modo fulmineo, e se lo diciamo noi, che abbiamo seguito per una vita la palla tonda, dovete crederci.

Di seguito un VIDEO girato sul campo di Maria Pia, proprio alla rifinitura del Venerdi’, le interviste a Paco Ogert, Totò Sceglie,  al tecnico Tino Paoletti.