Telèia diventa case-study di Canon

Il Centro Multimediale Immersivo Telèia di Alghero diventa case-study di Canon.

Utilizzerà le immagini riprese dentro il tunnel per dimostrare cosa sia possibile fare con le proprie apparecchiature e porterà così Alghero nel mondo, garantendo una promozione eccezionale.

Il successo riscontrato in occasione dell’inaugurazione di Telèia, avvenuta lo scorso 21 aprile, è solo un’anticipazione di ciò che il Centro Multimediale Immersivo dell’Area Marina Protetta potrà dare ad Alghero e alla Sardegna. Ad attirare l’attenzione è stato soprattutto l’Immersive Tunnel con i suoi 17 metri di lunghezza e oltre 5 di larghezza: tre delle sue pareti ospitano proiezioni che riempiono ogni centimetro della superficie sino a superare i 3 metri di altezza e alle quali si aggiunge tutto il pavimento, con una resa incredibilmente realistica e spettacolare che incanta i visitatori. Ci sono voluti ben 14 proiettori Canon per allestire il tunnel: ciascuno di essi proietta una parte dell’immagine più grande ma a causa delle dimensioni particolarmente estese e del suo sviluppo curvo, si sono dovuti affrontare non pochi problemi, brillantemente risolti dai tecnici, di collimazione dei singoli spezzoni. Le soluzioni adottate ed il risultato ottenuto hanno posto Alghero al centro dell’attenzione degli esperti del settore e indotto Canon Italia a fare di Telèia un vero e proprio Caso-Studio. Sono infatti ben pochi al mondo i centri immersivi di questo genere e probabilmente con sviluppo curvo si tratta del primo in assoluto ad essere stato realizzato. Canon utilizzerà le immagini riprese dentro il tunnel per dimostrare cosa sia possibile fare con le proprie apparecchiature e porterà così Telèia nel mondo, garantendo ad Alghero una promozione eccezionale su riviste di settore, contribuendo così a diffondere l’immagine del territorio e facendo dell’Area Marina Protetta Capo Caccia – Isola Piana e della città un riferimento per gli esperti.