Caccia lepri e pernici, Tedde (FI):”la decisione del Tar conferma la negligenza dell’Assessore”

“Oggi abbiamo la conferma dell’omissione dolosa dell’assessore dell’ambiente e della guerra che il centro sinistra sta conducendo contro il mondo venatorio.” Così il consigliere regionale di Forza Italia Marco Tedde commenta l’ordinanza n. 275 del 2018 con cui oggi il Tar  Cagliari, in accoglimento del ricorso di alcune associazioni ecologiste, ha confermato la sospensione del decreto dell’assessore relativo al calendario venatorio regionale sardo 2018-2019, nella parte in cui prevede la caccia alla lepre e alla pernice sarde, rinviando al 5 dicembre per la discussione del merito. Secondo l’ex sindaco di Alghero l’ordinanza del Tar in composizione collegiale ha confermato che l’Assessore –che peraltro non s’è costituita in giudizio- non ha pianificato la caccia sulla base di un doveroso monitoraggio della popolazione e della stesura di un piano di prelievo con meccanismi di controllo, cosa da noi già contestata, ma s’è limitata a fare una “Relazione preliminare” del tutto insufficiente, oggetto di un procedimento in itinere. “L’Assessore è recidiva -sottolinea il consigliere di FI-  visti anche i precedenti dello scorso anno quando il Tar sospese  il calendario venatorio in relazione alla lepre e alla pernice proprio per l’inesistenza del monitoraggio delle due specie. Alla luce della recidiva le omissioni appaiono chiaramente  dolose e preordinate ad ottenere il blocco della caccia attribuendo al Tar la responsabilità –denuncia Tedde-.  Abbiamo oggi la certificazione giurisdizionale. Ancora una volta è evidente che i cacciatori e la caccia sono oggetto di “tiro al piccione”  del centro sinistra sardo, che non comprende  il ruolo ambientale e sociale dei cacciatori nella tutela dell’ambiente e nella lotta ai reati consumati nelle campagne. Per non parlare poi del ruolo  economico della filiera della caccia, che fa muovere circa dieci milioni di euro, del tutto trascurato. Mancano alcuni mesi al rinnovo del Consiglio regionale, e ci prepariamo a stare al fianco dei cacciatori in un responsabile ruolo di governo della regione –chiude Tedde- libero da oscurantismi talebani.”