wwf sardegna indifferenziata

WWF Sardegna segnala il “furbetto dell’indifferenziata”.

L’allarme lanciato da WWF Sardegna: in quest’estate calda e afosa, non mancano i comportamenti scorretti di alcuni, sui tanti, che frequentano l’isola e non mancano comportamenti poco ortodossi anche da parte di chi ci vive.

Furti di sabbia, conchiglie e pietre, bracconaggio di ricci di mare, moto “smarmittate” in giro per le strade delle città, abbandono di rifiuti, auto parcheggiate sulle dune, come è accaduto di recente a Porto Ferro, dove un suv si è “arenato” sulla spiaggia. Il responsabile è stato individuato dalla Polizia locale di Sassari e sanzionato. Pedaggi non dovuti per parcheggi estemporanei al mare.

A tutta questa casistica, si aggiunge una nuova categoria: il “furbetto dell’indifferenziata” del centro storico di Alghero. Un uomo, in perfetta tenuta estiva, di mattina si aggira nel centro storico di Alghero con due sacchetti di spazzatura: ignaro (o consapevole) delle corrette modalità della raccolta differenziata, individua un cestino, utilizzabile per le cartacce, e accanto ad esso abbandona due buste. Eccolo immortalato nella foto, è il protagonista di una nuova categoria di frequentatori scorretti della Sardegna: il “furbetto dell’indifferenziata”.

Non vogliamo fare del facile moralismo ambientale, ma stigmatizzare un comportamento scorretto che aumenta la produzione dei rifiuti che vanno in discarica e determina un aumento della nostra impronta ecologica sul Pianeta.