Centro trasfusionale di Alghero, ATS-Assl di Sassari informa che sono in corso le procedure per l’assunzione dei medici

L’attenzione della ATS Sardegna – ASSL Sassari sul centro trasfusionale di Alghero è massima e, in accordo con le linee guida tracciate dal Piano di Fabbisogno aziendale adottato nel 2018, la Struttura complessa per il reclutamento e selezione delle risorse umane ha già predisposto tutti gli atti necessari per l’assunzione di nuove figure professionali secondo un cronoprogramma dettato dalle normative nazionali vigenti.

Per sostituire i medici andati in pensione e per continuare a garantire gli elevati standard qualitativi offerti dal personale sanitario impegnato nel centro trasfusionale di Alghero è stata indetta, su scala nazionale, una procedura di mobilità che, anche a causa delle note difficoltà nel reperimento del personale medico specializzato in alcune discipline, è andata deserta.

Alla luce dell’esito della mobilità, l’ASSL Sassari è ora in grado di poter procedere allo scorrimento delle quattro graduatorie concorsuali vigenti in ambito regionale per l’assunzione dei medici a tempo indeterminato.

In attesa che il processo di assunzione si completi, la Direzione dell’ASSL Sassari ha inoltre autorizzato i dirigenti medici attualmente in servizio all’esecuzione delle prestazioni aggiuntive.

L’accuratezza con la quale la Struttura complessa per il reclutamento e selezione delle risorse umane sta portando avanti le procedure di assunzione, pur nelle difficoltà sopra richiamate, dimostra quanto la Direzione d’Area sia attenta alle esigenze del centro trasfusionale di Alghero che, grazie alla qualità del lavoro svolto, rappresenta un imprescindibile punto di riferimento. Questa la nota dell’Ats- Assl di Sassari che risponde a breve giro all’allarme lanciato ieri dall’ex Sindaco di Alghero oggi Consigliere Regionale di FI Marco Tedde.